Ceccano ritira la candidatura al Lazio Pride 2020 in favore di Rieti

L’associazione Indiegesta comunica il ritiro della candidatura di Ceccano a sostegno di quella di Rieti, dopo i recenti episodi.

Un nobile gesto che non possiamo far altro che rispettare e in linea con il principio di Lazio Pride. Accoglieremo la delegazione di Ceccano e della Ciociaria ad apertura del Pride a valenza dell’importanza dell’unitarietá dello scopo della manifestazione

I voti assegnati a Ceccano non saranno assegnati alle altre candidature.

 

Di seguito la nota di Indiegesta:

LAZIO PRIDE, CECCANO RINGRAZIA E SCEGLIE RIETI
Poche ore fa abbiamo trasmesso ufficialmente al comitato promotore del Lazio Pride la nostra volontà di ritirare la candidatura di Ceccano come città ospitante dell’edizione 2020. I continui e sempre più gravi fatti di cronaca emersi in questi giorni nella città di Rieti hanno spinto tutti noi a una seria riflessione tra l’orgoglio per la nostra città e la necessità oggettiva e urgente di un Pride nel capoluogo reatino. Questi mesi in cui abbiamo portato avanti la candidatura di Ceccano sono stati importanti, ci hanno dato nuovi stimoli, ci hanno permesso di incontrare persone magnifiche. Ringraziamo ogni persona che da novembre ad oggi si è spesa, fisicamente o sui social network, per spingere affinché Ceccano ospitasse il prossimo Pride, la vostra forza ci darà la spinta giusta per candidarci di nuovo nel 2021, con la forza e la consapevolezza di farcela. Quest’anno è giusto e sacrosanto che la comunità di Rieti, che nulla a che fare con i beceri personaggi protagonisti delle vicende di queste settimane, ospiti il Lazio Pride 2020. Noi ci saremo, come sempre. Grazie Ceccano, Forza Rieti.

Standard

Lazio Pride: partono le votazioni sui social per le tre candidature di Ceccano, Rieti e Velletri

Il Comitato organizzatore del Lazio Pride comunica che fino al 16 febbraio sarà possibile votare sulla pagina facebook di Lazio Pride.

Le tre città candidate sono Ceccano, in rappresentanza del Pride della Ciociaria, Velletri, in rappresentanza del Pride dei Castelli Romani e la città di Rieti.

Le votazioni sui social si sommeranno a diversi fattori che permetteranno al Comitato Lazio Pride di scegliere dove ospitare l’edizione 2020 della manifestazione regionale. Tra le variabili che influenzano sulla scelta l’andamento delle presentazioni ufficiali svoltesi sui territori negli ultimi mesi, la presenza di gruppi di supporto e di organizzazione, la raggiungibilità delle città indicate, l’innovatività della candidatura.

La quinta edizione del Lazio Pride appare come speciale in quanto tutte e tre le candidate non sono mai state candidate ad ospitare la manifestazione, ospitata nel 2016 e nel 2017 da Latina, nel 2018 da Ostia e nel 2019 da Frosinone.

Standard