Lazio Pride 2019: Frosinone vola in finale

Il capoluogo ciociaro si è piazzato al primo posto nelle votazioni sui social network, guadagnando così l’accesso in finale. Frosinone ha quindi speranze concrete di ospitare la manifestazione Lazio Pride, che quest’anno celebrerà i 50 anni dai Moti di Stonewall, che a New York nel 1969, diedero vita al primo Pride.

Nel mese di febbraio saranno comunicate dal Comitato Lazio Pride le altre due finaliste, che sfideranno Frosinone. Albano Laziale, Latina, Viterbo, Ostia e Guidonia attendono l’esito del verdetto.

Standard

Lazio Pride 2019: vota su Facebook e Instagram la tua città preferita per portarla in finale

Fino al 31 gennaio sarà possibile votare sulla pagina Facebook e sul canale Instagram di Lazio Pride la propria città preferita per ospitare la manifestazione, per portarla direttamente tra le tre finaliste.

Attualmente risultano candidate: Albano Laziale, Frosinone, Ostia, Viterbo, Guidonia e Latina.

Dal 25 gennaio le reaction facebook saranno invertite in base alla classifica provvisoria e quindi sará possibile votare due volte.

Standard