Pride: Napoli e Ostia contro le mafie il 14 luglio. Annunciato il gemellaggio

I comitati organizzatori del Napoli Pride e del Lazio Pride fanno sapere di aver stretto gemellaggio con l’obbiettivo comune del contrasto alle mafie.
Le manifestazioni si terranno congiuntamente il 14 luglio. A Napoli il corteo del Pride partirá da Piazza Dante con concentramento alle ore 16:30, mentre per il Lazio Pride, che si terrà ad Ostia, il corteo partirá alle 17:00 dalla stazione Lido Centro. A concludere l’evento sul litorale romano ci sará Federica Angeli, giornalista antimafia, mentre a Napoli il corteo terminerà sullo splendido lungomare e testimonial della manifestazione sarà Maria Esposito, madre del giovane Vincenzo Ruggiero, barbaramente ucciso circa un anno fa.
Nota congiunta dei Comitati Lazio Pride e Napoli Pride
Standard

Lazio Pride: Federica Angeli e Vladimir Luxuria ospiti d’onore. Sarà un pride contro le mafie e per i diritti

Il Lazio Pride giunge alla sua terza edizione, spostandosi da Latina ad Ostia, dando così vita al primo Pride che si concluderà sulle spiagge di Roma.
Abbiamo scelto un territorio difficile, ed anche per  questo il Pride avrà come tema il contrasto alle mafie, nel nostro paese opera una cultura mafiosa di repressione pesante e violenta delle libertà individuali e dei diritti umani e civili che rappresenta il prodotto e la cassa di risonanza anche dei peggiori pregiudizi ed atteggiamenti maschilisti, misogini ed omofobici.
Per questo avremo come ospiti del Lazio Pride: Federica Angeli, giornalista in prima linea contro le mafie e Vladimir Luxuria nota attivista transgender. Inoltre abbiamo invitato tutte le istituzioni che ci hanno sostenuto, come Regione Lazio, Municipio di Ostia, Comune di Roma, Comune di Viterbo, Comune di Latina, Comune di Guidonia, Comune di Fiumicino ed il Comune di Cerveteri.
L’appuntamento è alle ore 17 presso la metro Lido Centro, e terminerà sul mare vicino la spiaggia a piazzale Magellano sul palco dei Social Days.
La festa ufficiale Lazio Pride sarà dalle ore 23:00 presso il Love Park Viale dell’Agricoltura.
I portavoce:
Fabrizio Marrazzo
Anna Claudia Petrillo
Richard Bourelly
Standard

Tiziano Ferro interviene su Fontana e rilancia #GayFamily

Dopo le dichiarazioni del Ministro della Famiglia Fontana interviene anche Tiziano Ferro.
Il cantante rilancia su instangram l’hashtag #gayfamily, lanciato da Lazio Pride, la manifestazione che si terrá ad Ostia  il 14 luglio.
Ferro inoltre aggiuge ‘Non voglio supporto, mi basterebbe smettere di sentirmi invisibile’, rispondendo cosí a Fontana che aveva dichiarato che le famiglie gay non esistono.
I portavoce del Lazio Pride ringraziano Tiziano Ferro e rilanciano l’appello al Presidente del Consiglio Conte e al vicepresidente Di Maio di procedere subito alla delega alle pari opportunitá.
I portavoce del Lazio Pride
Fabrizio Marrazzo
Anna Claudia Petrillo
Richard Bourelly
Standard

LAZIO PRIDE: PESSIMI I PRESUPPOSTI PRIMA DELLA MANIFESTAZIONE CHE SI TERRA’ AD OSTIA IL 14 LUGLIO

Il gesto del consigliere di Casapound del X Municipio di Roma di togliere la bandiera rainbow è un atto di violenza nei confronti della comunità, di tutte le lotte e di tutti quei ragazzi che ogni giorno vengono bullizzati e discriminati.
“È proprio per episodi come questo che siamo sempre più convinti” affermano i portavoce del Lazio Pride, “dell’importanza di questa manifestazione di provincia, che mira ad arrivare in tutti quei luoghi di periferia che vivono realtà ben diverse dalle grandi città e che spesso sono ancora in ostaggio di atteggiamenti fascisti.”
I portavoce del Lazio Pride 2018:
Anna Claudia Petrillo
Fabrizio Marrazzo
Richard Bourelly
Standard

Ostia si aggiudica l’edizione 2018 del Lazio Pride

E’ Ostia ad aggiudicarsi la terza edizione del Lazio Pride. Il municipio di Ostia è risultato per il comitato Lazio Pride la s
celta  più idonea per contesto socio-politico, per il sostegno da parte delle istituzioni e per novità rispetto al territorio coinvolto.
Le altre candidature espresse erano Fiumicino, Guidonia e Latina, che aveva ospitato le prime due edizioni della manifestazione in difesa dei diritti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans). La manifestazione avrà luogo in data 14 luglio e sfilerà per le vie di Ostia.
Il Lazio Pride, per la seconda volta, avverrà a pochi passi dal mare, come già accaduto nella prima edizione di Latina. Ci aspettiamo anche sostegno di tutti i comuni del litorale romano, per dare un segnale forte in un territorio spesso dimenticato – concludono gli organizzatori.
Comitato Lazio Pride
Standard

LAZIO PRIDE 2018: FIUMICINO, GUIDONIA, LATINA E OSTIA CANDIDATE

Il Comitato organizzatore del Lazio Pride rende noto di aver recepito quattro candidature per l’edizione 2018 del Lazio Pride, manifestazione per i diritti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans). Dopo le due due edizioni che si sono svolte a Latina, oltre al capoluogo pontino saranno candidate sia Guidonia che Fiumicino, terzo e quarto comune del Lazio per numero di abitanti. A queste va aggiunta la candidatura di Ostia, municipio romano, che ha avuto già l’appoggio anche della presidente del Municipio durante l’ultima campagna elettorale di novembre.

Il Comitato organizzatore fa sapere che renderà nota nel mese di febbraio la città che ospiterà il Lazio Pride, comunicando così tutti i dettagli per la terza edizione della manifestazione.

Standard

LAZIO PRIDE. GRANDE SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZIONE A LATINA. INTERVIENE IN DIRETTA TIZIANO FERRO: AMATE VOI STESSI.

Grande successo della seconda edizione a Latina del Lazio Pride con migliaia di partecipanti, avvenuta nel cuore della città in viale Italia, a conferma di una città che si schiera a favore dei diritti LGBT (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans).

Ad aprire l’iniziativa, dopo la sigla Bam Bam della giovane cantautrice Giordana Angi, i portavoce Marilù Nogarotto (SeiComeSei), Fabrizio Marrazzo (Gay Center), Aurora Marchetti (Azione Trans). Al Lazio Pride è intervenuto anche in collegamento video Tiziano Ferro ricordando l’importanza di amare se stessi, senza nascondersi, portando così il saluto alla sua città d’origine. Sul palco anche le istituzioni, dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che ha confermato il sostegno della regione contro le discriminazioni, anche con nuove azioni in sostegno delle persone LGBT, e la vicesindaco di Latina Maria Paola Briganti, che ha portato il sostegno del comune di Latina.

 

L’evento ha visto la partecipazione di tanti artisti, tra cui Roberto Casalino, autore e cantante di tanti testi di successo. Sostegno anche da personaggi dello spettacolo. E’ intervenuto sul palco Emanuele Mauti, difensore della Latina Pallanuoto e volto noto di Uomini e Donne, che ha voluto ricordare l’importanza dello sport contro le discriminazioni, lanciando la possibilità di un’iniziativa sportiva gay friendly proprio a Latina. Giusy Ferreri, Annalisa Scarrone, Manuela Arcuri, Claudia Gerini e Monica Cirinnà hanno inviato un videomessaggio, come Sonia Ceriola, ex conduttrice di Super 3.

Un Lazio Pride che si chiude però pensando già alla prossima edizione, con diverse città che stanno preparando la propria candidatura per ospitare la manifestazione regionale.

I portavoce:

Marilù Nogarotto (SeiComeSei)
Fabrizio Marrazzo (Gay Center)
Aurora Marchetti (Azione Trans)

Standard